Campicalcio

soluzioni in movimento

manutenzione

manutenzione ordinaria

Premesso che la manutenzione dei campi da calcio e dei campi sportivi costituisce uno dei punti di forza del sistema, occorre comunque precisare che la stessa va comunque fatta a diversi intervalli, in funzione del grado d'uso e del periodo dell'anno.

  1. Spazzolatura del manto con apposito attrezzo trainato da un trattorino, al fine di rendere omogenea la distribuzione del granulo di gomma. Tale operazione si effettua a velocità medio-alta in senso rotatorio su tutta la superficie del campo e in particolare nelle zone di massimo gioco (aree portieri e fascia di centro campo nel senso longitudinale).
  2. Irrigazione del manto nei periodi caldi e/o secchi ed assolati, al fine di stabilizzare il granulo di gomma sul campo, oltre a rendere la superficie veloce, in funzione dell'effetto scivolo del pallone come sull'erba naturale. Inoltre, l'irrigazione risulta necessaria per ridurre le temperature nei periodi più caldi.
  3. Controllo delle zone di massimo scolo delle acque piovane, dopo eventi atmosferici di particolare intensità, con eventuale ricarico del granulo di gomma.
  4. Rimozione di agenti contaminanti (foglie, semi, polveri ecc.) con apposita spazzatrice per evitare l'indurimento del terreno da gioco.
  5. Controllo dell'intasamento del granulo di gomma con eventuale ricarico e spazzolatura al fine di regolarizzare la superficie.
  6. Monitoraggio periodico dell'area dischetto calcio di rigore, meglio identificato in un'area circostante di 1,00 m. con ricarica di intaso prestazionale e controllo del corretto incollaggio del dischetto.
  7. Ispezione del sistema di drenaggio (verifica del perfetto stato delle canaline e dei pozzetti di drenaggio).